Social ecommerce o social shopping

20 01 2011

di Gabriele Taviani

Il Social Shopping rappresenta gli ambienti digitali di condivisione dei propri acquisti mentre il Social Commerce è sia un’evoluzione dell’e-Commerce che e un’evoluzione dei Social Network.

social-shoppingIl Social Shopping è inteso anche a rappresentare i website che si pongono come obiettivo: l’accesso a saldi (solo se utente profilato), la creazione di liste della spesa personalizzate e poi condividerle con i loro amici.

Con il Social eCommerce il Social Shopping ha in comune l’interazione fra gli utenti, sullo scambio di informazioni e di raccomandazioni, per questo può essere equivocato come “sinonimo”.

shopping-cartMentre il Social Shopping è ambiente di condivisione il Social Commerce è un ambiente di raccomandazione (review e advice) a stretto ridosso delle attività di e-Commerce ma con l’utilizzo del passaparola online e offline nella propria “rete sociale” (anche per questo è sbagliato definirlo come Social eCommerce, la “e” non ci va).

Le due identità sono distinte e identificabili. Per non addetti ai lavori il Social Shopping potrebbe essere erroneamente visto come un sottoinsieme del Social Commerce ma per un ambiente specialistico come questo gruppo di discussione tale sovrapposizione sarebbe fuorviante.

Gabriele: quindi possiamo distinguere le due tecniche come:
–    Social Shopping – Strategia di creazione socializzazione all’acquisto;
–    Social eCommerce – eCommerce integrato ai social network (strategia di vendita)

Leonardo retifica e precisa:
Social Shopping:
–    Azienda: Strategia di socializzazione dell’acquisto (per l’attività di SMM)
–    Utenti: Condivisione dell’esperienza del prodotto e socializzazione degli acquisti
Social Commerce:
–    Azienda: Attività di social networking integrate nell’eCommerce (abilitazione attività di conversazione e condivisione peer to peer)
–    Utenti: Attività di passaparola spontaneo (review, advice, like, ecc.) svolto nei siti di eCommerce (se abilitati) e nei SN-SM (strategia di vendita C2C: in alcuni casi l’utente a sua volta “vende” i prodotti”)

Ferdinando aggiunge ulteriori definizioni che distinguono il social shopping con il Social eCommerce:
–    Social eCommerce – stravolge la direzionalità del commercio tradizionale dove l’azienda offre i propri prodotti e servizi al cliente/utente perché, in questo caso, è il cliente che viene lasciato dall’azienda a fare le proprie proposte
–    Social Shopping – è l’esempio che conferma: “l’utente si fida sempre più di un altro utente anziché dell’azienda produttrice”. E’ una quasi perfetta fusione tra social media e e-commerce nel quale l’utente può arrivare a crearsi una lista personalizzata della spesa seguendo i consigli di altri utenti “amici” o membri di gruppi specifici.

Da non dimenticare che il Social eCommerce rappresenta anche una soluzione tecnologia che consentirà la vendita online di prodotti e servizi direttamente all’interno dei Social Network come applicazioni Facebook o di altri network.

Fecebook sta scommettendo molto per i prossimi anni sulla fusione tra Social Network e eCommerce, tanto che sta sviluppando e testando un sistema interno di remunerazione economica con i crediti.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: